Travel

La splendida vista dalla Torre di Pisa è la più costosa al mondo, secondo un confronto globale

Economia: ecco in quale paese si guadagna di più

La splendida vista dalla Torre di Pisa è la più costosa al mondo, secondo un confronto globale

Esperti di viaggio hanno analizzato le 70 piattaforme panoramiche più famose del mondo e i relativi prezzi d’ingresso per individuare quali punti panoramici offrono il miglior rapporto qualità-prezzo.

Il “Top of Africa” di Johannesburg è il punto panoramico che offre ai viaggiatori il miglior panorama rispetto al prezzo di entrata. 223 metri costano 1,56 euro.

La torre degli Asinelli, una delle due Torri di Bologna, è la vincitrice del rapporto qualità-prezzo tra i punti di osservazione in Italia.

La terrazza panoramica più costosa al mondo è quella dell’Empire State Building di New York. L’accesso al 102° piano costa 74 euro per i visitatori.

 Omio, la piattaforma di prenotazione di treni, autobus e voli, ha pubblicato una classifica delle migliori piattaforme panoramiche del mondo. L’elenco mostra dove i viaggiatori possono raggiungere altezze particolarmente elevate spendendo poco. I prezzi d’ingresso delle 70 piattaforme panoramiche più popolari al mondo sono stati analizzati in rapporto ai metri di altezza del rispettivo edificio.

Le piattaforme panoramiche sono particolarmente apprezzate dai turisti poichè per mettono di osservare il mondo in miniatura dall’alto o godetersi la vista su un paesaggio unico:  La seguente classifica mostra l’ampia gamma di prezzi dei biglietti per le piattaforme panoramiche – da 1,06 euro per la Torre Panorâmica di Curitiba (Brasile) a 73,56 euro per l’Empire State Building di New York City (USA), ma anche dove i viaggiatori ottengono il massimo della vista con il minimo dei costi.

Tabella 1: I dieci migliori punti panoramici del mondo. Qui che i turisti ottengono il massimo della vista in rapporto al prezzo del biglietto. La classifica con tutti i 70 punti panoramici può essere consultata qui: www.omio.it/c/worlds-best-budget-views

Classifica

Città

Punto panoramico

Altezza

Prezzo

Prezzo al metro

1

Johannesburg

Top of Africa

223 m

1,56 €

0,007 €

2

Istanbul

Istanbul Sapphire

261 m

2,50 €

0,01 €

3

Curitiba

Torre Panorâmica

110 m

1,06 €

0,01 €

4

Riga

Torre della televisione di Riga

368 m

3,70 €

0,01 €

5

Il Cairo

Torre del Cairo

187 m

2,00 €

0,01 €

6

Belgrado

Torre della televisione di Avala

205 m

2,60 €

0,01 €

7

Plzeň

Cattedrale di Plzeň

103 m

1,46 €

0,01 €

8

Rio de Janeiro

Cristo Redentore

700 m

13,41 €

0,02 €

9

Barcellona

Torre de Collserola

288 m

5,60 €

0,02 €

10

Varsavia

Palazzo della Cultura e della Scienza

237 m

5,30 €

0,02 €

Tabella 2: I migliori punti panoramici in Italia

Classifica

Classifica internazionale

Città

Punto panoramico

Altezza

Prezzo

Prezzo al metro

1

26

Bologna

Due torri di Bologna

97 m

5,00 €

0,05 €

2

29

Torino

Mole Antonelliana

168 m

9,00 €

0,05 €

3

30

Milano

Torre Branca

109 m

6,00 €

0,06 €

4

67

Milano

Duomo di Milano

108 m

20,00 €

0,19 €

5

70

Pisa

Torre di Pisa

57 m

26,50 €

0,47 €

In Italia, le torri di Bologna offrono il miglior panorama in rapporto al prezzo

Anche cinque piattaforme panoramiche in Italia hanno fatto parte dello studio. Il miglior rapporto qualità-prezzo è stato ottenuto dalle torri di Bologna. La piattaforma panoramica della Torre degli Asinelli permette ai visitatori di ammirare la città per cinque euro. La torre, quasi millenaria, è alta 97 metri.

Seguono la terrazza panoramica della Mole Antonelliana di Torino (9 euro per 168 m), la Torre Branca di Milano (6 euro per 109 m) e il Duomo di Milano (20 euro per 108 m). Di gran lunga la più costosa è la salita sulla Torre di Pisa. La torre simbolo è alta solo 57 metri e la salita al livello della campana costa 26,50 euro.

“Top of Africa” offre il miglior rapporto qualità-prezzo

La piattaforma panoramica Top of Africa, situata all’ultimo piano del Carlton Centre di Johannesburg, 223 metri di altezza e 50 piani, offre ai visitatori una vista panoramica unica sulla metropoli di 5 milioni di abitanti. Con un biglietto d’ingresso di soli 1,56 euro, la piattaforma panoramica batte tutte le altre piattaforme di osservazione prese in esame nella categoria del prezzo al metro (0,007 euro al metro). La riapertura del ponte è prevista per l’estate del 2023.

L’Istanbul Sapphire offre la miglior vista d’Europa a poco prezzo

La terrazza panoramica del Sapphire di Istanbul offre probabilmente la migliore vista della metropoli turca sul Bosforo. Con un prezzo del biglietto di circa 2,50 euro, la visita al grattacielo, alto 261 metri, non pesa sul budget delle vacanze. Situato nella parte europea della città, il grattacielo è l’unica piattaforma panoramica che offre una vista su due continenti.

La torre della televisione di Riga è sette volte più economica della torre della televisione di Berlino

Un’altra piattaforma panoramica sul territorio europeo che offre una vista particolarmente buona per il prezzo è la torre televisiva di Riga (Lettonia). Questa struttura, alta 368 metri, è la vincitrice del rapporto qualità-prezzo tra le torri televisive in Europa. L’ingresso e la salita alla struttura indipendente più alta dell’Unione europea costa circa 3,70 euro (0,01 euro al metro).

A titolo di confronto, un biglietto per la torre televisiva di Berlino costa attualmente 27,50 euro (0,08 euro al metro), sette volte più caro dell’ingresso a Riga. Dalla piattaforma panoramica a 137 metri di altezza, i visitatori della Torre della TV di Riga possono godere di una splendida vista sul Mar Baltico. Il ponte panoramico sarà aperto ai visitatori nel corso dell’anno dopo un’ampia ristrutturazione.

I punti panoramici negli Stati Uniti risultano particolarmente costosi

Probabilmente la terrazza panoramica più famosa al mondo è quella dell’Empire State Building di New York, che attira circa 3,5 milioni di visitatori all’anno. Tuttavia visitare un punto panoramico negli Stati Uniti è relativamente costoso, come dimostra questa ricerca. Il biglietto più costoso è quello per il punto di osservazione dell’Empire State Building. Per salire al 102° piano dell’edificio sono necessari circa 74 euro a persona. Ma New York offre anche molte alternative. Il One World Trade Center costa circa 44 euro e il Top of the Rock circa 41 euro.

Il vincitore del rapporto qualità-prezzo negli Stati Uniti si trova però a Chicago. La visita e la salita alla Willis Tower costano 28 euro per 442 metri di altezza.

I panorami di Seul e Tokyo risultano particolarmente economici

Uno degli edifici alti più famosi al mondo è il Burj Khalifa di Dubai. Con i suoi 828 metri, il grattacielo è l’edificio più alto del mondo. Il ponte di osservazione al 124° e 125° piano offre una vista panoramica dell’Emirato di Dubai e del Golfo Persico. Per circa 43 euro, i visitatori possono raggiungere il punto panoramico in ascensore in soli 60 secondi.

Il vincitore del rapporto qualità-prezzo in Asia è la N Seoul Tower in Corea del Sud. Il grattacielo misura 370 metri e l’ingresso costa circa 12 euro. Segue lo Skytree di Tokyo, con un’altezza di 634 metri. Inaugurata nel 2012, la torre della televisione è la terza struttura più alta del mondo. Il punto panoramico si trova al 350° piano e costa circa 22 euro.

Ulteriori informazioni su questo studio, una spiegazione della metodologia e tutte le fonti sono disponibili sul seguente sito web: www.omio.it/c/worlds-best-budget-views

-Fine-

Informazioni su Omio: Dalla sua fondazione nel 2013, Omio promuove nuovi stili di viaggio. Come hub digitale completo, Omio aiuta i clienti a esplorare l’Europa, gli Stati Uniti e il Canada in treno, autobus, aereo e traghetto. Omio opera in 37 Paesi, consentendo prenotazioni in 21 lingue e 26 valute, con più di 1.000 partnership con fornitori di servizi di trasporto e vettori nei settori dei treni, degli autobus, degli aerei e dei traghetti. Negli ultimi otto anni sono stati venduti più di 33 milioni di biglietti e abbonamenti.

Dopo aver iniziato come una piccola startup con pochi dipendenti, oggi Omio conta un team di 300 dipendenti provenienti da oltre 50 Paesi, che lavorano nelle sedi di Berlino, Praga, Melbourne e Londra.

ABCD Agency